Stalking, Molestie, donna in cella. Il legale: «E’ molto scossa».

PER GLI ELEMENTI che è stato possibile conoscere fino a questo momento la vicenda appare molto articolata. Domani (oggi per chi legge, Ndr) incontrerò la mia assistita, dopo di che sarà possibile decidere come muoversi. Ho visto comunque una persona molto scossa anche a causa della permanenza in cella, per cui penso di presentare al Tribunale del riesame un ricorso contro la custodia cautelare in carcere disposta dal Gip».

E’ quanto dice Marco De Stasio, il legale di O.V., la donna di 33 anni arrestata lunedì sera con l’accusa di stalking nei confronti di un uomo che aveva conosciuto nel 2004 per motivi di lavoro.

«Con lei — spiega l’avvocato follonichese — ho potuto scambiare solo poche parole prima dell’udienza di convalida del provvedimento. Ma, ripeto, era molto scossa e non è stato possibile analizzare in quei momenti gli aspetti di merito».

La donna (che ha una doppia cittadinanza: moldava e italiana) si trova in una cella del carcere di Livorno ed è qui che oggi incontrerà il suo avvocato. E’ stata arrestata dai carabinieri in seguito a numerose denunce presentate nei suoi confronti e a due episodi commessi tra sabato e lunedì. Nel primo caso è entrata nel luogo di lavoro dell’uomo cercando di colpirlo con un bastone; nel secondo lo ha atteso di fronte ad una sede distaccata e, una volta arrivato, lo ha aggredito verbalmente. Quest’ultimo fatto è accaduto sotto agli occhi dei militari.

Argomenti correlati:

Informazioni aggiuntive