L’inceneritore riparte: c’è l’autorizzazione della Provincia.

E' ufficiale. L’inceneritore di Scarlino può tornare a funzionare. Così nelle prossime settimane, dopo nove mesi di cassa integrazione, i sessanta operai dell’inceneritore potranno riprendere il loro posto di lavoro. La Provincia di Grosseto ha rilasciato proprio ieri, con una determina dirigenziale, la nuova autorizzazione integrata ambientale (Aia) a Scarlino Energia, dopo che la vecchia era stata annullata dal Tar (decisione confermata dal Consiglio di Stato) per alcune irregolarità contestate dal Comune di Follonica e dagli ambientalisti: un atto formale, indispensabile per Scarlino Energia che adesso dovrà adeguarsi alle prescrizioni e reintegrare tutti i dipendenti prima della scadenza della cassa integrazione, cioè entro la fine di novembre.

«Il rilascio della nuova Aia — commenta Patrizia Siveri, assessore provinciale all’Ambiente — è il risultato di un percorso attivato dall’azienda che per legge ha la facoltà di chiedere un’autorizzazione diversa da quella oggetto di un contenzioso in atto». E secondo l’assessore Siveri «dire che l’impianto ha creato danni alla salute è palesemente mistificatorio e può creare un allarmismo ingiustificato tra gli abitanti di Scarlino e Follonica. Da una lettura del rapporto epidemiologico della Asl 9 del settembre scorso — continua Siveri — emerge che i dati sulla morbosità e mortalità di Scarlino e Follonica sono in linea con quelli degli altri comuni della provincia. D’altro canto Arpat non ha rilevato dati ambientali alterati durante il funzionamento dell’impianto». Intanto però già sono tanti i ricorsi pronti a partire nei confronti delle nuove autorizzazioni rilasciate dalla Provincia. Ci sono quelli del Comune di Follonica, degli ambientalisti e del comitato per il No all’inceneritore di Scarlino.



Argomenti correlati:

Inviato: 6 Anni 10 Ore fa da Mr GREEN #143
Avatar di Mr GREEN
Almeno fino alla sentenza del Consiglio di Stato. Attenzione a cantare vittoria, gia' si strumentalizza la questione dei posti di lavoro a rischio... comunque finalmente un primo risultato nell'interesse della comunita'.
Inviato: 5 Anni 11 Mesi fa da Kio #144
Avatar di Kio
Personalmente, da Follonichese, non ho mai avuto preconcetti sull'insediamento di un termovalorizzatore nella piana di Scarlino ma non a discapito della legalità. Se, come mi sembra chiaro leggendo i giornali e la sentenza (un po' tecnica per me devo dire ma tutto sommato abbastanza comprensibile), non sono state fatte tutte le necessarie verifiche prima di dare il via libera all'impianto, giusto così. Anche perchè, correggetemi se sbaglio, basterà ripetere tutto come si deve per far ripartire l'impianto.
Inviato: 5 Anni 11 Mesi fa da Jada66 #148
Avatar di Jada66
Caro Kio, non e' solo questione di legalita' violata ma anche e soprattutto di salute pubblica perche' l'inceneritore, chiamiamolo con il suo nome, avra' purtroppo un impatto devastante sul nostro gia' compromesso microecosistema della piana di Scarlino e del Golfo di Follonica. Immagino tu ti sia documentato, e tu conosca gia', per esempio, il sito http://www.noinceneritorediscarlino.org.
La prima volta che lo visitai, ricordo, pensai seriamente di andarmene da Follonica in caso l'inceneritore avesse preso a funzionare. Ho due bambini piccoli e penso soprattutto a loro che qui devono crescerci.... :sick:
Inviato: 5 Anni 10 Mesi fa da Togo #201
Avatar di Togo
Vorrei sapere cosa poi è successo dato che non se ne parla più. Insabbiato tutto? Ma ha ripreso a funzionare? E l'appello alla sentenza del tar come è andato?


Informazioni aggiuntive