«Stop e cassa integrazione? Incomprensibile. Continuino a produrre energia bruciando biomasse».

«L’INCENERITORE può continuare a bruciare biomasse. La sentenza del Tar non lo impedisce». Renzo Fedi, presidente della sezione follonichese di Coldiretti (il cui comitato provinciale fa parte dei soggetti che hanno vinto il ricorso al Tar) si dice soddisfatto della decisione dei giudici e attacca la società proprietaria dell’impianto.

«Sono sbalordito — dice — dalle dichiarazioni dei vertici di Scarlino Energia in cui la società comunica che l’inceneritore verrà chiuso, che sarà attivata la richiesta di cassa integrazione e che verrà interrotta anche l’attività di depurazione delle acque dei cicli industriali fondamentale per le altre aziende del Casone. La sentenza del Tar annulla solo la Via e conseguentemente l’Aia necessarie per l’incenerimento dei rifiuti. Scarlino Energia, pertanto, può benissimo continuare ad usare le biomasse per produrre energia elettrica. Inutile quindi invocare la cassa integrazione». Interviene anche Rete Ambiente Grosseto, definendo «un ricatto» la «minaccia di sospensione del trattamento delle acque di lavorazione di Tioxide e Solmine:le autorizzazioni rilasciate della Provincia al trattamento di quelle acque non c’entrano nulla con gli atti annullati dal Tar».

Argomenti correlati:

Inviato: 6 Anni 4 Giorni fa da Mr GREEN #143
Avatar di Mr GREEN
Almeno fino alla sentenza del Consiglio di Stato. Attenzione a cantare vittoria, gia' si strumentalizza la questione dei posti di lavoro a rischio... comunque finalmente un primo risultato nell'interesse della comunita'.
Inviato: 6 Anni 3 Giorni fa da Kio #144
Avatar di Kio
Personalmente, da Follonichese, non ho mai avuto preconcetti sull'insediamento di un termovalorizzatore nella piana di Scarlino ma non a discapito della legalità. Se, come mi sembra chiaro leggendo i giornali e la sentenza (un po' tecnica per me devo dire ma tutto sommato abbastanza comprensibile), non sono state fatte tutte le necessarie verifiche prima di dare il via libera all'impianto, giusto così. Anche perchè, correggetemi se sbaglio, basterà ripetere tutto come si deve per far ripartire l'impianto.
Inviato: 6 Anni 2 Giorni fa da Jada66 #148
Avatar di Jada66
Caro Kio, non e' solo questione di legalita' violata ma anche e soprattutto di salute pubblica perche' l'inceneritore, chiamiamolo con il suo nome, avra' purtroppo un impatto devastante sul nostro gia' compromesso microecosistema della piana di Scarlino e del Golfo di Follonica. Immagino tu ti sia documentato, e tu conosca gia', per esempio, il sito http://www.noinceneritorediscarlino.org.
La prima volta che lo visitai, ricordo, pensai seriamente di andarmene da Follonica in caso l'inceneritore avesse preso a funzionare. Ho due bambini piccoli e penso soprattutto a loro che qui devono crescerci.... :sick:
Inviato: 5 Anni 10 Mesi fa da Togo #201
Avatar di Togo
Vorrei sapere cosa poi è successo dato che non se ne parla più. Insabbiato tutto? Ma ha ripreso a funzionare? E l'appello alla sentenza del tar come è andato?


Informazioni aggiuntive