Ogni anno 1.600 richieste danni per gli errori commessi in corsia. La Regione non ha più assicurazioni: costavano troppo

Interventi andati male, diagnosi sbagliate, trattamenti inadeguati, cadute e anche trasfusioni errate. Ogni anno gli ospedali toscani ricevono 1.600 richieste di risarcimento da parte dei pazienti, più di 4 al giorno. E pagano di tasca propria. La Regione infatti ha da tempo disdetto tutte le polizze con le compagnie assicurative. Erano troppo care, circa 50 milioni di euro all’anno, e i contenziosi duravano tantissimo, con ripercussioni negative per chi doveva ricevere i soldi ma anche per le Asl. Dal 2010 si viaggia senza alcun aiuto esterno, pescando dal fondo sanitario il denaro necessario a risarcire i danni provocati ai malati ma anche ai loro parenti. Solo nel 15% dei casi si finisce di fronte a un giudice civile o penale, per il resto le questioni si risolvono in via extragiudiziale. D’altronde circa la metà dei sinistri valgono meno di 5 mila euro e farli valutare dal sistema giudiziario, afflitto da note lungaggini, diventa un problema per i pazienti e per le stesse Asl. Così si è deciso di passare all’autoassicurazione, che tra l’altro permette di chiudere le richieste di risarcimento più rapidamente.

Leggi tutto...

Sconto del 30% a chi paga la multa subito. Carosi: «Un beneficio per tutti»

«LE MODIFICHE al codice della strada porteranno benefici a tutti». Parola dell’assessore alla Polizia Municipale di Grosseto Arsenio Carosi. «Con le multe ridotte del 30%, se pagate entro 5 giorni, si avranno agevolazioni per l’amministrazione ma anche per il cittadino» afferma Carosi alla luce dell’entrata in vigore della norma che ha convertito in legge il «decreto del fare», modificato l’articolo 202 del Codice della strada, e prevedendo la possibilità per il trasgressore di beneficiare di una riduzione del 30% sull’importo dovuto quale pagamento in misura ridotta per le sanzioni amministrative pecuniarie.

Leggi tutto...

Informazioni aggiuntive