«Le lesioni? Colpa soltanto dei passeggeri».

ISOLA DEL GIGLIO. I danni alla nave e le lesioni alle persone sono colpa dei passeggeri della Concordia, sostiene la Carnival Corporation, la società statunitense proprietaria di Costa Crociere. Anche se la Costa, in serata, ha fatto sapere di essere «Sorpresa e sconcertata dalle dichiarazioni dell'avvocato che parlano di comportamenti negligenti dei passeggeri». Certo con questa le abbiamo sentite tutte. La compagnia con sede a Miami ha depositato nelle cancellerie della Corte della California, dove è stata citata in giudizio da alcuni naufraghi, dei documenti in cui accusa gli stessi passeggeri di «comportanti negligenti o disattenti che furono concausa, se non l’unica causa, per le presunte lesioni e i danni» che si sono verificati la notte del disastro.

Leggi tutto...

Inceneritore, il futuro è nelle mani del Tar. Attese e angosce per la sentenza sul ricorso.

Il futuro dell’inceneritore è ancora una volta nelle mani dei giudici del Tar. In ballo c’è la concessione (o meno) della sospensiva alle nuove autorizzazioni rilasciate dalla Provincia all’impianto di incenerimento di Scarlino, contro cui sia il Comune di Follonica sia gli ambientalisti hanno presentato ricorso al Tribunale amministrativo regionale contestando una serie di presunte irregolarità: l’udienza è fissata per martedì e potrebbe premiare gli sforzi dell’amministrazione follonichese e dei comitati concedendo quindi la sospensione dell’efficacia dei nuovi permessi rilasciati dalla Provincia e quindi imponendo lo stop immediato dell’impianto, appena rientrato in funzione, oppure lasciare che i forni dell’inceneritore continuino a bruciare in attesa della discussione di merito che prenderà in esame i ricorsi esaminando tutta la documentazione presentata dalle parti.

Leggi tutto...

Da Ponte ha chiesto il giudizio abbreviato.

GROSSETO. Robert Moore Da Ponte ha chiesto un procedimento con il rito abbreviato davanti al gup di Firenze. M.B. ha fatto invece istanza di patteggiamento così come A.C., che in alternativa è pronto comunque a un giudizio abbreviato. L’unico grossetano che sicuramente affronterà il dibattimento davanti al Tribunale di piazza Albegna-Fabbrini è il maggiore della guardia di finanza M.S.. A poco meno di un mese dalla data fissata per il giudizio immediato (6 febbraio), iniziano a delinearsi le posizioni dei principali sospettati per la presunta associazione per delinquere a carattere transnazionale finalizzata all’attività finanziaria abusiva di raccolta di risparmi, un’inchiesta della Procura distrettuale che ha portato con sé anche la contestazione di reati diversi e minori.

Leggi tutto...

Informazioni aggiuntive