Il mancato rispetto del termine previsto dall’art. 309, comma 8, c.p.p..

Quali le conseguenze nel caso in cui l'avviso di fissazione dell'udienza di discussione del riesame sia notificato oltre il termine previsto dall'art. 309 comma 8 c.p.p.

Leggi tutto...

La responsabilità in caso di sinistro agli incroci per violazione dell’art. 145 C.d.s. (omessa precedenza).

In caso di scontro fra due veicoli, la contestazione al conducente di uno di essi della violazione dell’art. 145 del Codice della Strada per aver omesso di concedere la dovuta precedenza, non costituisce circostanza sufficiente ad escludere la concorrente responsabilità del conducente del veicolo favorito.

Leggi tutto...

E’ nulla la sentenza pronunciata ai sensi dell’art. 281 sexies cpc se il deposito della motivazione non è contestuale alla lettura del dispositivo

La Corte d’Appello di Firenze, con la sentenza n. 823 del 6 giugno 2011 torna ad occuparsi della questione relativa alla nullità delle sentenze pronunciate ai sensi dell’art. 281 sexies allorquando il G.I. - data la lettura del dispositivo in udienza - depositi poi la motivazione in tempo successivo.
Il provvedimento impugnabile, secondo la Corte, è tuttavia il verbale dell'udienza di discussione e non quello successivo contenente la motivazione. Il termine lungo per impugnare decorrerebbe dunque dall'udienza di discussione e non dalla "pubblicazione" della sentenza (o meglio della motivazione della stessa) avvenuta in data successiva (principio, quest'ultimo, non pienamente condivisibile. Si veda: Sentenza ex art. 281 sexies cpc e decorrenza del termine lungo d'impugnazione).

Leggi tutto...

Informazioni aggiuntive