L'indennità di sopraelevazione ex art. 1127 c.c. è dovuta in ogni caso di incremento volumetrico indipendentemente dall'aumento dell'altezza del fabbricato.

L'indennità prevista dall'articolo 1127 quarto comma del codice civile, dovuta in ogni caso di trasformazione dei locali preesistenti mediante l'incremento delle superfici e delle volumetrie indipendentemente dall'aumento dell'altezza del fabbricato, trae fondamento dall'aumento proporzionale del diritto di comproprietà sulle parti comuni conseguente all'incremento della porzione di proprietà esclusiva e, in applicazione del principio di proporzionalità, si determina sulla base del maggior valore dell'area occupata ai sensi dell'articolo 1127, quarto comma del codice civile.

App. Firenze Sez. I, Sent., 14-09-2011

Leggi tutto...

L'esercizio del diritto di sopraelevazione non necessità di alcun riconoscimento da parte degli altri condomini

La facoltà di sopraelevare spetta ex lege al proprietario dell'ultimo piano dell'edificio o al proprietario esclusivo del lastricato solare, salve le limitazioni di cui al secondo e terzo comma dell'art. 1127 c.c. ed il suo esercizio non necessita di alcun riconoscimento da parte degli altri condomini, ma può soltanto essere vietato in forza di un'espressa pattuizione, costitutiva di una servitù assimilabile a quella non aedificandi.

Trib. Milano Sez. XIII, Sent., 15-06-2012

Leggi tutto...

Condotta del danneggiato e responsabilità del custode ex art. 2051 c.c.

Il caso fortuito, quale evento caratterizzato dalla imprevedibilità e repentinità, idoneo ad escludere la responsabilità del custode ex art. 2051 c.c. può essere integrato anche dal fatto di un terzo, ovvero da comportamento dello stesso danneggiato. Tale comportamento, inoltre, se di per sé non idoneo ad interrompere il nesso eziologico tra la causa del danno, costituita dalla cosa in custodia, ed il danno, può altresì integrare un concorso colposo del danneggiato ai sensi dell'art. 1227, comma primo, c.c., con conseguente diminuzione di responsabilità del danneggiante secondo la incidenza della colpa altrui.

Trib. Trento, 03/05/2012

Leggi tutto...

Informazioni aggiuntive