Costituzione in mora del debitore

Costituzione in mora del debitore

La costituzione in mora del debitore è un attività importante per il creditore che intenda procedere al recupero del proprio credito magari affidando la pratica ad un legale. Dalla mora del debitore discende infatti:

  1. il diritto del creditore a pretendere i c.d. interessi moratori;
  2. il diritto del creditore, in caso di perdurante inadempimento, a recuperare le successive spese legali in caso di affidamento della pratica ad un avvocato;
  3. l’interruzione della prescrizione del diritto del creditore (art. 2943).

La costituzione in mora si effettua mediante semplice lettera raccomandata (o PEC) contenente l’intimazione ad adempiere entro un termine indicato. Presupposti sono:

  1. che il credito sia esigibile;
  2. che il ritardo nell’adempimento sia imputabile al debitore.

Il modello fac-simile gratuitamente scaricabile dal nostro sito è la lettera che cautelativamente andrebbe sempre inviata dal creditore che - in caso di inadempimento del debitore - intenda procedere al recupero coattivo del proprio credito. Senza una formale “messa in mora”, il debitore potrebbe infatti opporre al creditore di non essere tenuto a corrispondere gli interessi moratori né a rimborsare le spese legali solitamente richieste dall’avvocato sin dalla prima richiesta di pagamento.



Nome del documento: Modello lettera per la messa in mora del debitore.doc
Dimensioni: 23.5 KB
Hits: 5125 Hits
Disponibile fino al: Senza scadenza