Tribunale di Milano, Sez. III, 14.09.2012

L'opposizione alla cartella esattoriale o all'avviso di mora, può esperirsi attraverso diverse modalità. In primo luogo ai sensi dell'art. 23 della legge n. 689 del 1981 nei casi in cui la cartella esattoriale, mediante preventiva iscrizione al ruolo, è emessa senza essere preceduta dalla notifica dell'ordinanza ingiunzione o del verbale di accertamento. Un altro rimedio esperibile è l'opposizione all'esecuzione ai sensi dell'art. 615 c.p.c. allorquando si contesti la legittimità dell'iscrizione al ruolo per la mancanza di un titolo legittimante l'iscrizione stessa ovvero si adducano fatti estintivi sopravvenuti alla formazione del titolo esecutivo ed infine con l'opposizione agli atti esecutivi ai sensi dell'art. 617 c.p.c. che deve essere attivata nel caso in cui si contesti la ritualità formale della cartella esattoriale compresi i vizi strettamente attinenti la notifica o quelli dei successivi avvisi di mora.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive