Tribunale di Taranto, 17.09.2012

Ai fini della valida costituzione dell'assemblea condominiale è sancito che sia effettuata la convocazione dell'assemblea, quale mezzo attraverso il quale i partecipanti al condominio vengono invitati alla riunione e sono posti nella condizione di dare il loro rapporto informato e consapevole alla formazione della volontà dell'ente condominiale per il conseguimento di interessi comuni. Ne consegue che la mancata comunicazione anche ad uno solo dei condomini, dell'avviso di convocazione dell'assemblea condominiale, costituisce violazione delle norme che disciplinano il procedimento comportante l'annullabilità della delibera. L'omessa convocazione dell'assemblea è causa di annullamento delle delibere adottate e ciò a prescindere dal loro contenuto decisionale, preparatorio o programmatico risultandone viziato il processo formativo per violazione del diritto di intervento e di voto del singolo condomino.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive