Tribunale di Arezzo, 22.10.2012

E' imputabile per il reato p. e p. dall'art. 4 della legge n. 110 del 1975 il prevenuto che senza giustificato motivo, portava fuori dalla propria abitazione, ed in particolare nel bagagliaio della propria autovettura, una mazza da baseball, una sega in metallo, un cacciavite, una lima, una tenaglia, una pinza a gas, una pinza in metallo, un taglierino, un paio di guanti, chiaramente utilizzabili, per le circostanze di tempo e di luogo, per l'offesa alla persona. La presenza degli anzidetti arnesi opportunamente occultati, all'interno della vettura, nel momento in cui la stessa veniva sottoposta a controllo, non lascia spazio alcuno per dubitare della consapevolezza dell'imputato in ordine alla presenza degli stessi, rilevando, ai fini dell'accertamento della responsabilità penale, l'assenza di spiegazioni idonee a giustificare il porto degli arnesi fuori dall'abitazione.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive