Tribunale di La Spezia, 24.10.2012

In caso di domanda di concordato preventivo con riserva ex art. 161, sesto comma, R.D. n. 267/1942 (legge fallimentare), l'autorizzazione allo scioglimento dei contratti pendenti, ai sensi dell'art. 169-bis, R.D. n. 267/1942 (legge fallimentare), può essere autorizzato, anche prima del deposito della proposta, del piano e della documentazione prescritta dall'art. 161, commi 2 e 3, R.D. n. 267/1942 (legge fallimentare), allorquando possa valutarsi in via prognostica - anche alla luce del parere espresso dagli ausiliari nominati con il decreto di fissazione del termine - la non convenienza della prosecuzione dell'attività contrattuale ai fini del concordato, sia per la mancanza di risorse da parte dell'imprenditore, sia per l'assenza di manifestazioni di interesse al subentro nel contratto.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive