Tribunale di Varese, Sez. I, 24.10.2012

L'art. 6 comma III della legge n. 122/2012, prevede che sono rinviate d'ufficio, a data successiva al 31 dicembre 2012, le udienze processuali civili in cui le parti o i loro difensori, con nomina antecedente al 20 maggio 2012, siano soggetti che, alla data del 20 maggio 2012, erano residenti o avevano sede nei comuni interessati dal sisma che ha colpito la popolazione tra il 20 e il 29 maggio 2012. L'art. 6 cit. prevede che "è fatta salva la facolta' dei soggetti interessati di rinunciare espressamente al rinvio", quanto esclude la rinuncia "implicita"); in assenza di rinuncia il giudice ha l'obbligo di differire ex officio la procedura. La disciplina non è sospettabile di incostituzionalità. Il tempo di rinvio, infatti, non pregiudica in modo rilevante il diritto alla ragionevole durata del processo ma soprattutto trae linfa dal dovere di solidarietà, verso le popolazioni colpite dal sisma, che giustifica una deroga alla trattazione generale dei procedimenti.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive