Tribunale di Piacenza, Sez. lavoro, 12.11.2012

I commi 49 e 57 dell'art. 1, legge n. 92 del 2012 (cd. "Riforma Fornero") distinguono una prima fase sommaria dal successivo giudizio di opposizione. Le regole istruttorie che presiedono alle due fasi sono nettamente differenti: nella prima fase vanno ammessi i mezzi istruttori indispensabili laddove, solo in sede di opposizione, valgono le ordinarie regole della cognizione piena. Lo stesso giudice persona fisica può definire (oltre che la prima fase) anche la fase eventuale di opposizione perché qualitativamente diverso è l'oggetto della cognizione: il fumus di fondatezza della domanda nella fase sommaria, sulla base di una istruttoria ridotta; il merito pieno nella eventuale fase di opposizione, sulla base di una istruttoria totale. La fase eventuale di opposizione nel cd. "rito Fornero", infatti, non ha carattere impugnatorio.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive