Tribunale di Padova, Sez. I, 20.11.2012

Il disconoscimento della conformità all'originale della copia fotostatica della scrittura privata prodotta, ai sensi dell'art. 2719 c.c. non ha gli stessi effetti del disconoscimento della scrittura privata di cui all'art. 215, comma primo, n. 2, c.p.c. poiché mentre quest'ultimo, in mancanza di richiesta di verificazione, preclude la utilizzabilità della scrittura, la contestazione di cui all'art. 2719 c.c. non impedisce al Giudice di accertare la conformità all'originale anche mediante altri mezzi di prova, comprese le presunzioni. Ne consegue che l'avvenuta produzione in giudizio della copia fotostatica di un documento, se impegna la parte contro la quale il documento è prodotto a prendere posizione sulla conformità della copia all'originale, tuttavia non vincola il Giudice all'avvenuto disconoscimento della riproduzione, potendo egli apprezzarne la efficacia rappresentativa.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive