Tribunale di Milano, Sez. III, 21.11.2012

Il giudizio di accertamento dell'obbligo del terzo, volto ad ottenere una pronuncia dichiarativa, è regolato dalle regole comuni in materia di prova per cui, mentre al creditore spetta l'onere di provare il fatto costitutivo dell'obbligo del terzo, a quest'ultimo spetta l'onere di provare di aver estinto la propria obbligazione prima del pignoramento, con il conseguente venir meno del credito supposto dal creditore pignorante. Il giudizio di accertamento dell'obbligo del terzo, pur costituendo un autonomo giudizio di cognizione, rispetto al procedimento esecutivo, sorge incidentalmente nel corso di quest'ultimo ed è finalizzato all'individuazione della cosa assoggettata ad espropriazione all'esito della mancanza o della contestazione della dichiarazione resa dal terzo, al fine di consentire al processo esecutivo di poter proseguire.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive