Corte d'Appello di Napoli, Sez. II bis, 12.01.2011

Ai sensi del combinato disposto degli artt. 2935 e 2947 c.c., si prescrive in cinque anni l'azione risarcitoria esperita da colui il quale asserisca di aver subito un danno ingiusto per effetto dell'illegittimo aumento del premio assicurativo posto in essere dalle compagnie di assicurazione che abbiano partecipato alle intese restrittive della concorrenza. Siffatto termine di prescrizione decorre dal giorno in cui il danneggiato, usando l'ordinaria diligenza, prenda ragionevole ed adeguata conoscenza del danno e della sua ingiustizia. Il danneggiato, pertanto, ha l'onere di provare il momento in cui abbia avuto cognizione degli elementi costitutivi dell'illecito posto in essere dalle compagnie assicurative responsabili dell'illecita ed occulta intesa restrittiva della libertà di concorrenza in tema di determinazione dei relativi premi.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati