Tribunale di Trapani, Sez. lavoro, 30.06.2011

La tutela dei soci di società di persone attraverso il beneficium excussionis costituisce applicazione del principio dell'art. 2740 c.c. e del concetto di garanzia generale che è connesso al patrimonio del debitore a favore del creditore; conseguentemente, il beneficio, attenendo alla garanzia del patrimonio del socio nei confronti del creditore sociale, opera nel senso che il socio non può essere chiamato a rispondere in sede esecutiva prima della società, dotata di autonomia patrimoniale. Il beneficio della preventiva escussione della società costituisce, quindi definitiva, vera e propria condizione dell'azione esecutiva nei confronti del socio e la sua inosservanza può essere eccepita dal medesimo mediante opposizione (come nella fattispecie di causa) a norma dell'art. 615 c.p.c..



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati