Tribunale di Trani, Sez. lavoro, 18.07.2011

Dovendosi applicare ai rapporti di lavoro con le p.a., in modo coordinato, sia il D.Lgs. n. 368/2001 che il D.Lgs. n. 165/2001, in caso di reiterate assunzioni a tempo determinato che superino l'arco temporale dei 36 mesi, il giudice può pronunciare la trasformazione del rapporto, dato che questa è prevista dall'art. 5, comma 4 bis, del primo decreto indipendentemente dalla legittimità dei termini posti ai vari contratti. Nel caso del personale ATA della scuola pubblica, la conversione non è, poi, impedita dall'art. 97, comma 3, Cost., sia perché la deroga al principio del concorso è prevista da una norma di legge, sia e soprattutto perché nemmeno per l'assunzione in ruolo di tale personale è previsto il concorso; la conversione è tuttavia impedita per tutti i docenti e gli ATA a partire dal 25 settembre 2009 in virtù di una serie di disposizioni speciali.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati