Tribunale di Taranto, 27.07.2011

Mentre il creditore privo di titolo esecutivo ha interesse a conseguire con il sequestro conservativo lo strumento di conservazione della garanzia patrimoniale ex artt. 2905, 2740 c.c. e 671 c.p.c., con gli effetti di cui all'art. 2906 c.c., in vista del futuro ottenimento del titolo esecutivo e della conversione immediata ex artt. 686 c.p.c. e 156 disp. att. c.p.c. della misura cautelare in pignoramento, appare difficilmente sostenibile il contrario ovvero che il creditore già munito di un decreto ingiuntivo reso provvisoriamente esecutivo ex art. 642 c.p.c., ed in relazione al quale il giudice dell'opposizione abbia rigettato l'istanza di sospensione della provvisoria esecuzione, possa vantare un interesse rilevante ex art. 100 c.p.c. per conseguire il sequestro conservativo in forza del medesimo credito per il quale aveva ottenuto il decreto.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati