Tribunale di Bari, Sez. IV, 10.11.2011

La violazione dei doveri di comportamento posti dalla legge a carico dei soggetti autorizzati alla prestazione dei servizi d'investimento finanziario implica la responsabilità precontrattuale, con conseguente obbligo di risarcimento dei danni, per le violazioni in sede di formazione del contratto d'intermediazione destinato a regolare i successivi rapporti tra le parti. Viceversa, si configura una responsabilità contrattuale, con relativo obbligo risarcitorio ed eventuale risoluzione del predetto contratto, per le violazioni riguardanti le operazioni d'investimento o disinvestimento compiute in esecuzione del contratto d'intermediazione finanziaria preso in esame, ma non la nullità di quest'ultimo o dei singoli atti negoziali conseguenti, in assenza di previsione normativa in tal senso.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati