Tribunale di Salerno, Sez. I, 19.11.2011

Ove sia la Banca ad agire in giudizio per il pagamento del saldo finale passivo del conto corrente ed il correntista contesti la pretesa, costituendosi nel giudizio ordinario e proponendo opposizione a decreto ingiuntivo, spetta alla banca, in quanto attore sostanziale, ai sensi dell'art. 2697 c.c., dare la prova dell' entità della sua pretesa, attraverso la produzione del contratto e degli estratti conto relativi all'' intero rapporto, i quali devono essere depositati entro il secondo termine dell'art. 183, comma 6, c.p.c., a meno che tale produzione non avvenga, ma con l'accordo delle parti, in sede di operazioni peritali ai sensi dell'art. 198 c.p.c.; se invece, l'iniziativa giudiziaria è del correntista, il quale chiede la restituzione dei versamenti indebiti, l'onere della prova si inverte e ricade integralmente a suo carico, in quanto attore sostanziale.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati