Corte d'Appello di Firenze, 14.12.2011

In ambito di una "class action" tesa al risarcimento del danno, l'art. 140-bis, D.Lgs. n. 206/2005 (Codice del Consumo), nel tutelare i diritti contrattuali di una pluralità di consumatori e utenti che versano nei confronti di una stessa impresa in situazione identica, inclusi i diritti relativi a contratti stipulati ai sensi degli artt. 1341 e 1342 c.c., ha inteso riferirsi ai diritti derivanti da rapporti contrattuali propriamente intesi. Nel caso di specie, non esiste alcun rapporto contrattuale fra la parte attrice e la convenuta e, a ben vedere, l'esistenza di un rapporto contrattuale non appare configurabile in assoluto, atteso che la prestazione del servizio di cui si tratta dietro pagamento di una tariffa da parte dell'utente non si fonda su una scelta negoziale delle parti interessate, ma deriva direttamente dalla legge.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati