Corte d'Appello di Lecce Taranto, 12.01.2012

E' inammissibile l'appello della pronuncia giudiziale pubblicata in data 6.2.2007 all'esito di un'opposizione all'esecuzione. In merito deve, invero, rilevarsi che, in seguito alle novelle introdotte prima con la legge n. 52 del 2006 e poi con la legge n. 69 del 2009 e sostenuto, in via interpretativa, che, operando il principio tempus regit actum, il regime di impugnazione della sentenza è determinato dalla legge vigente nel momento nel momento in cui l'atto viene posto in essere, con fissazione del discrimine alla data di pubblicazione della sentenza, le pronunce pubblicate dall'1.3.2006 (data di entrata in vigore della prima legge) al 3.7.2009 non sono appellabili, bensì unicamente ricorribili per Cassazione ex art. 111 Cost., mentre le sentenze pubblicate a decorrere dal 4.7.2009 (data di entrata in vigore del secondo provvedimento) sono nuovamente soggette all'appello in subiecta materia.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati