Corte d'Appello di Milano, Sez. III, 20.01.2012

E' imputabile per il reato di detenzione e spaccio di stupefacenti, il prevenuto che in concorso con altri soggetti, illecitamente deteneva, al fine della cessione a terzi, sostanza stupefacente di tipo hashish. La circostanza in forza della quale il prevenuto sia stato avvistato dagli agenti, partecipare a tutte le fasi della cessione della sostanza stupefacente a terzi, dall'inizio alla fine, ne evidenzia la responsabilità penale in quanto, laddove fosse stato estraneo ai traffici illeciti posti in essere dal correo, si sarebbe allontanato nel momento della cessione e non sarebbe rimasto, come è accaduto nel caso di specie, per osservare che nessuno vedesse i momenti cruciali della detenzione e della cessione della sostanza, fornendo in tal modo, un contributo significativo alla commissione del reato.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive