Corte d'Appello di Cagliari, Sez. I, 22.02.2012

E' imputabile per il delitto di ricettazione il prevenuto che acquisti o riceva, al fine di trarne profitto, un'autovettura provento di furto commesso ai danni del legittimo proprietario. L'elemento psicologico del reato, può desumersi dalla mancanza di giustificazioni in ordine al possesso della res furtiva o anche dal mero rifiuto dell'imputato di rispondere della provenienza di essa. Anche il dolo eventuale, ossia la mera rappresentazione della concreta possibilità della provenienza delittuosa della cosa e l'accettazione del relativo rischio, è sufficiente a configurare l'elemento soggettivo del reato che può desumersi anche dall'omessa o non attendibile indicazione della provenienza della cosa ricevuta certamente rivelatrice della volontà di occultamento, logicamente spiegabile con un acquisto in mala fede.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati