Corte d'Appello di Genova, Sez. lavoro, 29.02.2012

In merito alla dichiarazione di illegittimità dei contratti di lavoro a termine stipulati dalle Poste Italiane S.p.A., con conseguente loro trasformazione in contratti a tempo indeterminato e condanna della società al pagamento in favore dei lavoratori di un'indennità pari a sei mensilità, è infondata la tesi difensiva di quest'ultima secondo la quale sia da ritenersi risolto, per mutuo consenso, il rapporto di lavoro, per essere stata intentata l'azione solo dopo tre anni e con riguardo a rapporti di lavoro di breve durata. Orbene, il semplice decorso del tempo, specie con riguardo all'esercizio di un'azione imprescrittibile come quella della nullità del termine apposto, non presenta carattere di concludenza nel senso abdicativo dell'azione né tanto meno nel senso della risoluzione consensuale del rapporto.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati