Corte d'Appello di Napoli, Sez. II, 01.06.2012

Incorre nell'imputazione per il reato p. e p. dagli artt. 2 e 4 della legge n. 895 del 1967, il prevenuto che in concorso con un complice, illecitamente detenga e porti in luogo pubblico, tre pistole di cui una semiautomatica del tipo Beretta calibro 9 con rispettivi caricatori, tutti provenienti dal delitto di illecita introduzione nel territorio dello Stato di armi e munizioni da guerra. In ordine alla fattispecie ascritta l'imputabilità deriva essenzialmente dalla qualificazione dell'arma e delle munizioni sequestrate come arma da guerra piuttosto che come comune arma da sparo dovendo, per giurisprudenza consolidata, certamente annoverarsi la Beretta calibro 9 tra le armi da guerra sia sotto il profilo della notevole energia cinetica dei proiettili che può sparare, sia sotto il profilo della sua destinazione alle F.A.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive