Corte d'Appello di Palermo, Sez. II, 18.06.2012

II regolamento condominiale può contenere divieti e limitazioni di destinazione delle unità immobiliari di proprietà esclusiva dei singoli condomini, come i vincoli di una determinata destinazione ed i divieti di mutare la originaria destinazione. In particolare, la clausola del regolamento che imponga il divieto di destinare i locali di proprietà esclusiva dei singoli condomini a determinate attività ritenute incompatibili con l'interesse comune, oltre a dover essere approvata all'unanimità, traducendosi in una limitazione delle facoltà inerenti al diritto di proprietà dei singoli condomini, per avere efficacia nei confronti degli aventi causa a titolo particolare dei condomini, deve essere trascritta nei registri immobiliari, oppure essere menzionata ed accettata espressamente nei singoli atti d'acquisto.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati