Corte d'Appello di L'Aquila, 10.10.2012

Ai fini della costituzione in mora della Usl, per il ritardato pagamento delle prestazioni assistenziali erogate in regime di convenzione dai farmacisti, non è sufficiente che sia scaduto il termine per l'adempimento, ma è necessario che il creditore formuli apposita richiesta scritta, rispetto alla quale non costituisce un valido equipollente la trasmissione delle distinte riepilogative delle ricette che il farmacista ha l'onere di inoltrare entro il quattordicesimo giorno di ciascun mese. Detto invio risponde a finalità meramente contabili e di controllo finalizzate a consentire all'ente di provvedere entro il venticinquesimo giorno del mese successivo al saldo del corrispettivo delle prestazioni relative al mese precedente. In conclusione, ai fini della costituzione in mora della Usl è necessario che il creditore formuli una richiesta scritta di pagamento in epoca successiva alla scadenza.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive