Corte d'Appello di Napoli, Sez. III, 23.10.2012

E' imputabile per l reato p. e p. dall'art. 171-ter, comma 1°, lett. c) e d), della legge n. 633 del 1941 il prevenuto che ai fini di lucro, detenga abusivamente per la vendita, venda o ponga in commercio, DVD e CD musicali tutti abusivamente contraffatti e privi del marchio SIAE. Alla fattispecie ascritta va ad aggiungersi l'imputazione per il reato di ricettazione laddove l'imputato, al fine di procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto, acquisti o comunque riceva i beni di cui innanzi, provento da delitto in quanto illecitamente duplicati e privi del marchio SIAE. L'illecita condotta di detenere per la vendita DVD e CD musicali o altri supporti illecitamente riprodotti non è assorbente della ricettazione che consiste nell'acquistare, ricevere o occultare i prodotti, conoscendone la provenienza delittuosa. Tra le due fattispecie di reato ricorre il concorso se la messa in commercio o la detenzione per la vendita ha per oggetto supporti illecitamente riprodotti o acquistati con la consapevolezza della loro contraffazione.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive