Corte d'Appello di L'Aquila, 29.10.2012

Incorre nell'imputazione per il reato di lesioni personali colpose il prevenuto che nella qualità di amministratore unico della s.r.l., per colpa non aveva impedito che il lavoratore dipendente, intento ad effettuare lavori di carpenteria metallica pesante, si procurasse lesioni gravi comportanti un'incapacità di attendere alle ordinarie occupazioni per un periodo superiore a 40 giorni. Nel caso di specie la responsabilità penale dell'imputato discende dall'omessa adozione di un sistema di prevenzione e sicurezza idoneo ad evitare l'insorgere dell'infortunio. In particolare, l'assenza nel sistema di appoggio iniziale della ringhiera del cavalletto, di un sistema di bloccaggio idoneo ad evitare lo scivolamento ed il ribaltamento della ringhiera medesima, rimettendo alla maggiore o minore bravura del singolo operatore nell'applicazione dei morsetti per tenere fissata la ringhiera al cavalletto il buon esito dell'intera operazione.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati