Corte d'Appello di Milano, Sez. III, 30.10.2012

Nei fenomeni di sinistro stradale, ove interagiscono inevitabilmente le condotte di tutti i soggetti coinvolti che abbiano posto in essere manovre idonee a provocare siffatta interazione, non basta, nella valutazione necessaria all'accertamento delle responsabilità, la mera constatazione che una di queste condotte non sia valsa ad interrompere il nesso causale. L'attenzione, pertanto, deve inevitabilmente investire, come in tutti i processi di verificazione di un evento prodotto da plurime interferenze comportamentali, tutte le cause possibili e plausibili, al fine di giungere alla conclusione che, se più cause concorrono a determinare l'evento e nessuna da sola in via esclusiva l'abbia determinato, diventano tutte e ciascuna causa dell'evento, dovendosi tutt'al più stabilire la intensità del grado di incidenza di ognuna.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati