Corte d'Appello di Roma, Sez. I, 14.01.2013

In seguito alla sostanziale equiparazione nella tutela risarcitoria per lesione di diritti non patrimoniali tra persone fisiche e persone giuridiche, deve ritenersi configurabile nei confronti di queste ultime la risarcibilità del danno non patrimoniale allorquando il fatto lesivo incida su una situazione giuridica del soggetto predetto che sia equivalente ai diritti fondamentali della persona umana, tra i quali rientra l'immagine della persona giuridica o dell'ente ex art. 2 della Costituzione. In ipotesi di lesione dell'immagine, pertanto, deve ritenersi risarcibile, oltre al danno patrimoniale, se dimostrato, anche il danno non patrimoniale costituito dalla diminuzione della considerazione della persona giuridica o dell'ente, sia sotto il profilo della incidenza negativa che tale diminuzione comporta nell'agire delle persone fisiche che ricoprono gli organi della persona giuridica o dell'ente, sia sotto il profilo della diminuzione della considerazione da parte dei consociati in genere, o di settori o categorie di essi con le quali la persona giuridica o l'ente di norma interagiscono.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive