Corte d'Appello di Napoli, 16.01.2013

La dichiarazione dello stato di adottabilità si fonda su due presupposti: in primo luogo al giudice è riservato l'onere di valutare se la famiglia di origine sia in grado di prestare, in via non transitoria, le cure necessarie e di assicurare l'adempimento dell'obbligo di mantenere, educare ed istruire la prole, al fine di garantire un equilibrato ed armonioso sviluppo della personalità del minore ed in secondo luogo il giudice deve accertare se la inidoneità dei genitori abbia procurato o possa procurare danni gravi ed irreversibili alla equilibrata crescita del minore sicché la rescissione del legane familiare appaia quale l'unico strumento adatto ad evitargli un più grave pregiudizio e ad assicurargli assistenza e stabilità affettiva in sostituzione di quella negata dalla famiglia naturale.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive