Tribunale di Campobasso, 05.01.2012

E' fondata la domanda giudiziale volta a veder condannata la concessionaria al risarcimento dei danni subiti in relazione ai gravi vizi e difetti da cui risulti affetta l'automobile acquistata, oltre agli interessi e rivalutazione monetaria. Il caso di specie va ascritto alle c.d. vendite a catena, nell'ambito delle quali l'acquirente dispone oltre che dell'azione contrattuale nei confronti del venditore, anche dell'azione extracontrattuale ai sensi dell'art. 2043 c.c., esperibile nei confronti del produttore o dei precedenti rivenditori, per il risarcimento del danno sofferto in dipendenza dei vizi della cosa venduta e che l'abbiano resa pericolosa o abbiano provocato un danno al compratore. Ciascun compratore può esercitare il suo diritto di garanzia nei confronti del suo dante causa il quale, a sua volta, può chiamare in causa il suo venditore.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive