Tribunale di Taranto, Sez. I, 09.01.2012

E' imputabile del reato di sottrazione e distruzione di cose sottoposte a sequestro, il prevenuto che sottragga e distrugga due apparecchi elettronici, di sua proprietà, sottoposti a sequestro penale ed affidati alla sua custodia. L'accertamento della responsabilità penale discende dalla genuinità della deposizione dell'agente verbalizzante e ciò non solo perché questi in quanto Pubblico Ufficiale, è da ritenersi persona certamente degna di massima fede, ma anche e soprattutto perché dalla precisione delle relative dichiarazioni, è possibile evincere la scrupolosità con la quale lo stesso abbia condotto il servizio verificando, all'atto della notifica al prevenuto del provvedimento con cui il Questore ordinava la distruzione di due videopoker, oggetto di un precedente sequestro disposto nell'ambito di un altro procedimento penale, che le apparecchiature non si trovavano più in loco per averle già distrutte personalmente l'imputato.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive