Tribunale di Potenza, 10.01.2012

Sussiste la concorrente responsabilità dei protagonisti dello scontro nella causazione del sinistro stradale, nella misura del 50%, laddove non risulti dimostrata la colpa esclusiva di uno dei conducenti e la condotta di guida impeccabile dell'altro. Nel caso di specie, difatti, può reputarsi certamente dimostrata la responsabilità della parte convenuta che con negligenza si sia fermata con la propria autovettura in sosta vietata su una strada piuttosto stretta, costituendo ingombro per la circolazione delle altre macchine ma ai fini del superamento della presunzione di cui all'art. 2054 c.c., sarebbe stato necessario che l'attore avesse dimostrato che il proprio comportamento era stato esente da qualsivoglia colpa e che, la persona alla guida della propria autovettura avesse adottato una condotta di guida rispettosa delle regole della circolazione stradale e di comune prudenza.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati