Tribunale di Milano, Sez. XII, 11.01.2012

Nella polizza fideiussoria la funzione di garanzia è prevalente su quella assicurativa; che, inoltra, la causa del contratto di fideussione (che non è un contratto aleatorio) è non già il rischio dell'inadempimento dell'obbligazione principale ma la funzione di garanzia dell'adempimento dell'obbligazione mediante l'allargamento della base oggettiva la quale è del tutto indipendente dall'effettivo rischio di inadempimento; che, nel caso, tenuto conto della volontà negoziale delle parti, deve ritenersi che, inequivocabilmente, sia stato concluso un contratto assicurativo a copertura del rischio di perdita dell'occupazione in funzione del rimborso del capitale mutuato (piuttosto che essere stata richiesta all'assicuratore la prestazione di una garanzia dell'adempimento); che, del resto, la pretesa di "rivalsa" azionata in causa è stata ancorata al diritto di surrogazione dell'assicuratore ex art. 1916 c.c. e non al diritto di regresso del fideiussore ex art. 1950 c.c.; che, pertanto, occorre fare riferimento alla disciplina (non già della fideiussione ma) del contratto di assicurazione al fine di verificare il fondamento della pretesa attrice, fondamento che, nel caso, deve ritenersi insussistente per le ragioni sopra esposte.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive