Tribunale di Cassino, Sez. lavoro, 16.01.2012

L'accertamento in ordine alla natura subordinata di un contratto di lavoro apparentemente riconducibile alla fattispecie negoziale dell'associazione in partecipazione, in quanto carenti gli elementi essenziali di un tale contratto, quali il riconoscimento in favore dell'associato di un compenso commisurato agli utili di impresa, l'obbligo di rendiconto periodico all'associato, correlato al potere del medesimo di controllo sulla gestione economica dell'impresa e l'esistenza per lo stesso associato di un rischio d'impresa, connesso alla partecipazione alle perdite, determina la illegittimità del licenziamento intimato al prestatore in assenza di giusta causa o giustificato motivo. L'inquadramento del rapporto come lavoro subordinato, invero, impone l'assoggettamento dell'atto di recesso datoriale alla disciplina propria del licenziamento.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati