Tribunale di Potenza, 18.01.2012

Merita accoglimento l'opposizione allo stato passivo espletata dall'opponente, nella specie Equitalia S.p.A., in relazione ai crediti azionati, la cui sussistenza risulti ampiamente documentata non solo dagli estratti di ruolo, ma dalla produzione delle relate di notifica delle cartelle di pagamento inviate al fallito. Alcun dubbio si pone in merito alla legittimazione ad agire della società opponente poiché, ai sensi dell'art. 17 del D.Lgs. n. 46 del 1999, è previsto, a decorrere dal 1 luglio 1999 in cui è entrata in vigore la riforma esattoriale, il ricorso alla riscossione mediante ruolo per l'esazione di tutte le entrate dello Stato e degli altri Enti Pubblici, compresi gli Enti Previdenziali. Ne deriva pertanto che la società concessionaria è tenuta a procedere al recupero delle imposte dovute dal contribuente moroso sulla base del ruolo formato dall'Ente impositore, costituente titolo esecutivo.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive