Tribunale di Bari, Sez. II, 23.01.2012

Incorre nell'imputazione per il reato di ricettazione il prevenuto che riceva o acquisti un ciclomotore provento di furto commesso ai danni del proprietario e denunciato presso la Stazione Carabinieri del luogo in cui il reato si sia consumato. La sussistenza degli elementi oggettivi e soggettivi del delitto di ricettazione devono ritenersi integrati in virtù della ricorrenza di talune precise circostanze quali la detenzione di un ciclomotore di provenienza furtiva e la consapevolezza di ciò. Costituiscono elementi significativi di siffatta consapevolezza, l'assenza del targhino identificativo, l'assenza del certificato di idoneità tecnica del ciclomotore che il prevenuto avrebbe avuto se ne fosse stato il legittimo proprietario o utilizzatore e l'assenza di una valida giustificazione in ordine al possesso del mezzo.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive