Tribunale di Foggia, Sez. I, 24.01.2012

Sono imputabili per i reati di rapina e lesioni personali, i prevenuti che appropriandosi illecitamente della merce del supermercato, adoperavano violenza e minaccia nei confronti degli operanti del Commissariato di P.S., al fine di procurarsi l'impunità, colpendoli reiteratamente con calci e pugni, cagionando loro lesioni personali. In ordine ai reati ascritti deve ritenersi ammissibile la richiesta di patteggiamento, formulata ai sensi dell'art. 444 c.p.p., ove corretto sia l'inquadramento giuridico della fattispecie, non ricorrano le condizioni di cui all'art. 129 c.p.p. per procedere al proscioglimento nel merito e la pena richiesta dalla difesa appaia correttamente determinata anche con riferimento alla sua “congruità” vale a dire alla sua proporzione con la violazione posta in essere.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati