Tribunale di Mantova, 03.02.2012

L'emanazione della ordinanza ex art. 788 c.p.c. preclude la possibilità di formulare l'istanza di assegnazione posto che alla vendita si può fare luogo, quando nessuno dei condividenti (di immobile indivisibile) abbia formulato l'istanza di cui all'art. 720 c.c. e che il procedimento di divisione è disciplinato secondo una scansione di fasi che non consente regressione in quanto ammettere una siffatta eventualità contrasterebbe con il principio di ragionevole durata del processo (art. 111, comma 2, Cost.), arrecherebbe ingiustificatamente pregiudizio ai terzi che, disposta la vendita, abbiano formulato offerta di acquisto depositando la prescritta cauzione e può oggettivamente favorire comportamenti dilatori oltre a comportare l'inutile dispendio di attività e di risorse economiche.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati