Tribunale di Napoli, Sez. lavoro, 10.02.2012

L' indennità di turno si limita a compensare il disagio connesso alla variabilità degli orari di lavoro che vengono a coincidere anche col giorno festivo infrasettimanale e non la prestazione di attività lavorativa in tale giorno che rappresenta, in assenza di recupero delle ore prestate, un aumento secco dell'orario di lavoro a fronte della riduzione dovuta per effetto della festività ricadente nel periodo considerato. In particolare è agevole osservare che se la indennità di turno copre solo i turni, la retribuzione per lavoro straordinario copre il numero di ore in più prestate in relazione alla concreta articolazione dei turni conseguente ad organizzazione del lavoro e numero di lavoratori addetto: si può prevedere un turno con più o meno lavoratori addetti nel giorno festivo e da ciò dipende nel concreto il numero di ore di lavoro prestato che è fatto parzialmente indipendente e diverso dal turno astrattamente inteso e dalla relativa indennità. D'altro canto testualmente l'art. 24, comma 5, Ccnl 14 setembre 2000, prevede la cumulabilità di detto trattamento con altro trattamento accessorio collegato alla prestazione.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati