Tribunale di Campobasso, 14.02.2012

L'approvazione senza riserve, da parte dell'assemblea condominiale, dei lavori eseguiti dall'impresa appaltatrice ed il successivo pagamento dei medesimi da parte dell'amministratore, costituisce completa accettazione dell'opera, ex artt. 1665 e 1667 c.c. In circostanze siffatte, pertanto, nulla può successivamente eccepire o contestare il singolo condomino, né l'intero condominio, in merito al quantum del corrispettivo, ovvero ad eventuali vizi di natura occulta nelle opere eseguite, residuando in capo al condomino assente all'assemblea di approvazione, unicamente il diritto di eventualmente impugnare la relativa delibera al fine di far sì, in caso di accoglimento dell'opposizione, che le conseguenze economiche dell'accettazione senza riserve dell'opera ricadano soltanto sugli altri condomini e non su di lui.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati