Tribunale di Genova, Sez. I, 15.02.2012

Sono imputabili per i reati di violazione di domicilio e lesioni personali aggravate i prevenuti che al fine di commettere il delitto di cui all'art. 582 c.p., in concorso tra loro ed altri soggetti rimasti ignoti, si introducevano all'interno di un immobile adibito a privata abitazione, ove colpivano ripetutamente con calci e pugni un cittadino rumeno, accoltellandolo ripetutamente, cagionandogli lesioni personali gravi. La circostanza per la quale tutti i prevenuti venivano sorpresi con in mano strumenti atti ad offendere ed il giovane rumeno presentava una ferita da taglio al capo compatibile con le armi rinvenute in possesso dei primi, integra gli estremi della fattispecie di lesioni personali oltre che quella di cui all'art. 614 c.p. per essersi consumati i fatti all'interno di un luogo di privata dimora.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive