Tribunale di Pescara, Sez. lavoro, 17.02.2012

Ai fini dell'applicazione del meccanismo della perequazione del trattamento di anzianità, sia l'art. 43 della L.R. n. 6/2005, Abruzzo, che l'art. 1 della L.R. n. 16/2008, Abruzzo, indicano quale data di decorrenza quella di inserimento nel ruolo regionale, a parità di anzianità di servizio nel medesimo ruolo. Tali disposizioni postulano dunque il quesito se il confronto tra i vari trattamenti di anzianità debba essere compiuto, e rimanere anche per il futuro cristallizzato, limitatamente al momento di originario accesso alla perequazione da parte del dipendente interessato, con la conseguenza che egli possa beneficiare unicamente del trattamento di miglior favore in quel contesto percepito da altri colleghi di pari inquadramento ed anzianità; oppure se esse apprestino una sorta di sistema permanentemente operativo ed aperto (anche) ai successivi ed ulteriori adeguamenti retributivi, laddove, in successioni temporali anche distanziate l'una dall'altra, si verifichino nuove immissioni (nel medesimo ruolo) di dipendenti che siano beneficiari di trattamenti di miglior favore connessi alle rispettive pregresse anzianità di servizio.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive