Tribunale di Napoli, Sez. lavoro, 18.02.2012

Il D.P.R. n. 211/1981 istitutivo del Fondo di previdenza per il personale del Ministero delle Finanze e il successivo D.Lgs. n. 283/1998 hanno individuato gli aventi diritto all'iscrizione esclusivamente nei dipendenti dell'ex Ministero delle finanze, ora Agenzie fiscali e dipartimento delle politiche, fiscali nonché nei dipendenti in servizio dell'amministrazione autonoma dei monopoli di Stato. Pertanto, in mancanza di un'apposita previsione normativa, non era ipotizzabile in passato l'estensione ad altre categorie di dipendenti, in virtù della dedotta unificazione dei dicasteri sotto un unico nomen, non essendo intervenuta alcuna traslazione delle posizioni lavorative in un unico ambito organizzativo, né essendo stato unificato il trattamento previdenziale per effetto dell'accorpamento. La disposizione normativa è intervenuta con l'art. 9, comma 33, D.L. n. 78/2010, conv. in legge n. 122/2010, dove si stabilisce che al Fondo, sono iscritti, a decorrere dal 1gennaio 2010, anche gli altri dipendenti civili dell'Amministrazione economico finanziaria.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive