Tribunale di Monza, 21.02.2012

La disciplina riguardante la validità delle patenti rilasciate da altri Stati è contenuta nell'art. 136 C.d.S. (D.Lgs. 30.04.1992, n. 285) che, al comma 1, regola la possibilità di sostituire la patente rilasciata da uno stato comunitario con la patente nazionale, e, al comma 2, estende questa possibilità, a condizione di reciprocità, ai titolari di patenti di guida rilasciate da paesi non comunitari. Anche l'ipotesi della patente di guida straniera scaduta di validità è disciplinata dal medesimo art. 136, i commi 6 e 7 che riguardano, rispettivamente, l'ipotesi del conducente che guidi con patente di guida straniera non più in corso di validità a seconda che l'agente abbia acquisito la residenza in Italia da meno o da oltre un anno. Nel primo caso (comma 7) si applicano le sanzioni previste per chi guida con patente italiana scaduta di validità; nel secondo caso (comma 6) si applicano le sanzioni previste per chi guida senza patente.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive